Quale link tra servizio civile e mondo del lavoro?

Entrare nel mondo del lavoro vivendo l’esperienza del servizio civile in Toscana. Possibile? Sì!
Merito del Bando Giovani per i nuovi Progetti di #AnciServizioCivile, che coinvolgono 55 Comuni toscani per un totale di 125 posti.

Possono partecipare giovani residenti, domiciliati o con permesso di soggiorno in Toscana, che abbiano fra i 18 e i 29 anni. La scadenza della presentazione delle domande è il 7 giugno 2019 alle 14. Tutti i territori della Toscana offrono possibilità nei settori del turismo, della cultura e dei servizi al cittadino.

Per l’elenco dei 16 progetti, le modalità per presentare la domanda e tutti gli altri dettagli:

CLICCA QUI

Hilde March responsabile servizio civile di Anci Toscana, ha risposto alle nostre domande.

Cosa è il servizio civile? “Il servizio civile è un servizio prestato per un anno alla comunità e pagato dalla Regione o dallo Stato in diversi ambiti e settori di impiego, dai servizi alla persona alla cultura, dall’ambiente al turismo, ai servizi di informazione e comunicazione pubblica. Non è un vero e proprio lavoro ma le testimonianze dei ragazzi e delle ragazze che lo hanno fatto, hanno un denominatore comune: un’esperienza che non si dimentica, che cambia e fa crescere in tutti i sensi. Dal punto di vista umano, civico, formativo e professionale”.

Ma quale è il rapporto tra servizio civile e mondo del lavoro? “Il servizio civile può rappresentare per i giovani un importante trampolino, perché si colloca fra lo studio e l’ingresso nel mondo del lavoro vero e proprio: una palestra di esperienze concrete che saranno preziose qualunque sia la strada che verrà presa in seguito. Inoltre rappresenta un primo contatto con contesti lavorativi con i quali possono essere costruite relazioni anche per il futuro.”

Perché un giovane dovrebbe intraprendere questo percorso? “Il servizio civile insegna ad assumersi responsabilità, a lavorare in squadra e per un progetto comune. Il vantaggio del servizio civile per un giovane è che non si pretende abbia un robusto curriculum ‘in entrata’: quello che conta è la motivazione e la voglia di mettersi in gioco. Però rilascia un importante curriculum ‘in uscita’, con l’attestazione delle competenze acquisite sul campo.”

Che tipo di impegno è e come viene remunerato? “I progetti di servizio civile regionale e nazionale richiedono 25 ore settimanali distribuite su almeno 4 giorni alla settimana. Il compenso mensile fisso, erogato al giovane direttamente dalla Regione o dallo Stato, è di 433,80 euro, indipendentemente dal tipo di progetto o dall’ente dove si svolge il servizio. Dal 2017 il regionale è finanziato con fondi europei”.

 

Anci Toscana è partner di Jobbando.