Commit Software a Jobbando 2019

ICT e mondo del lavoro. Ne abbiamo parlato con Davide Rogai, fondatore a Firenze nel 2007 di Commit Software, che ha recentemente inaugurato in Albania una sede della sua azienda.

Quali sono gli skills necessari per lavorare nella sua azienda?

Se parliamo di Hard-skills sono principalmente doti logiche di ragionamento in ambito informatico. Qualsiasi esperienza personale o laboratoriali in Informatica è considerata un buon bagaglio. Invece nel più importante campo delle Soft-skills ci interessano “problem-solving”, “accuratezza” e “capacità di lavorare in team”. Dico che sono più importanti perché, mentre siamo bravi nel “costruire” tecnicamente nuovi sviluppatori grazie alla nostra vocazione sulla formazione, è ben più complesso intervenire sulle attitudini e sui comportamenti… e quindi è bene partire con il set giusto.

Quante posizioni in Toscana avete aperte?

Ne abbiamo ben 6, con varie specializzazione nell’ambito dello sviluppo software.
Perchè avete scelto Jobbando per la selezione dei candidati? Jobbando è una delle iniziative di questo territorio che ha sempre avuto attenzione per il nostro settore. Ci sentiamo parte dell’eco-sistema che sostiene Jobbando, infatti anni fa insieme al Murate Idea Park abbiamo fatto un coraggioso tentativo per Jobbando Digital. Quindi continuiamo a “insistere” su questa linea e cerchiamo di esserci e di dare ancora il nostro contributo.

Avete un consiglio da dare a Jobbando?

Abbiamo bisogno che Jobbando migliori nell’equilibrio di tipologie di candidati. L’unico “difetto” se così si può dire di un evento generalista è quello di recepire esigenze e opportunità per aziende grandi e piccole e di qualsiasi settore. Questo porta ad avere file di candidati per aziende più importanti e scarsità di interesse per le più piccole. Il nostro intento quando pensammo a Jobbando Digital era quello di interessare un certo profilo di candidati nel contatto con le diverse aziende del territorio (che sono quasi tutte piccole) proprio nel settore ICT.