Giovanni Cafaro, è il primo “codista” italiano. Dopo aver perso il lavoro si è inventato un nuova professione. Come primo codista italiano ha svolto le code agli sportelli per tanti clienti in tutti gli uffici pubblici di Milano, oltre ad occuparsi del disbrigo delle pratiche burocratiche associate. E’ riuscito a, non solo inventare, ma anche a mettere nero su bianco il contratto collettivo nazionale per la figura del Codista: un contratto nuovo, flessibile e a chiamata, con notevoli sgravi per i datori di lavoro. Ha avuto molta visibilità sui media con articoli e interviste in Italia nel mondo. Si occupa di formare aspiranti codisti che vengono formati, certificati e abilitati alla professione del codista sul terrirorio nazionale come liberi professionisti o codisti dipendenti.